Conferenza stampa di presentazione della Seconda edizione del G20s

“Il summit delle spiagge italiane”

e firma del Protocollo d’intesa tra i Comuni aderenti

Mercoledì 8 maggio 2019 – Ore 11.00
Palazzo Madama – Sala Nassirya
Piazza Madama, Roma

Documento finale del Summit G20s – 2018

Il presente documento vuole offrire una panoramica delle idee, delle motivazioni, della metodologia e delle persone che hanno caratterizzato l’anno zero del G20s, il primo summit delle spiagge più visitate in Italia. Questo report non è – né si pone l’obiettivo di essere – un documento strategico, bensì vuole presentare il percorso compiuto fin qui e porre le basi per un cammino più lungo volto alla creazione di un coordinamento permanente tra le venti località in grado di influenzare tanto le policy regionali quanto quelle nazionali.

Castiglione della Pescaia 2019

G20 spiagge, il summit delle località balneari italiane si svolgerà a Castiglione della Pescaia dal 18 al 20 settembre 2019.

Si tratta di un evento assolutamente unico del suo genere in Italia: un incontro destinato a diventare itinerante per coinvolgere attivamente tutti i territori.

Al G20s arriveranno le località balneari di sette regioni che rappresentano una significativa parte dell’offerta del turismo estivo: accanto alla spiaggia veneta di Bibione, con i suoi 5,7 milioni di presenze all’anno, le corregionali Cavallino Treporti, Jesolo, Caorle e Chioggia; le friulane Lignano Sabbiadoro e Grado, la riviera romagnola con Rimini, Riccione, Cesenatico, Bellaria-Igea Marina, Comacchio, Cervia e Cattolica; la Campania con Sorrento, Forio e Ischia, Vieste per la Puglia, Castiglione della Pescaia e San Vincenzo per la Toscana. Questi i 20 comuni costieri, legati ad un turismo esclusivamente balneare, con il più alto numero di presenze in Italia. Il tavolo permanente del G20s ha deciso di coinvolgere le ulteriori sei spiagge a maggior flusso turistico balneare: Arzachena, Orbetello, Rosolina, Grosseto, Viareggio, Taormina.

Obiettivo: tracciare delle progettualità che abbiano come pilastri la sostenibilità, l’innovazione, l’accessibilità e la progettazione strategica, così come individuato dal Piano Strategico del Turismo 2017-2022.

26 comuni per 70 milioni di turisti

I venti comuni più visitati riescono ad attrarre più di 62 milioni di turisti, considerando le ulteriori 6 spiagge si arriva a quasi 70 milioni: un impatto enorme sul turismo nazionale, da Nord a Sud.

Anche a colpo d’occhio è evidente come questi territori costituiscano un grande patrimonio di valori ambientali, sociali, economici e culturali.

Un patrimonio che merita di essere conosciuto, tutelato e valorizzato, e che pertanto necessita di strategie e linee d’azione ben precise.