Sarà una partenza in ritardo e in maniera insolta, ma la stagione estiva partirà: gli stabilimenti balneari potranno aprire ma dovranno reinventarsi per cogliere l’opportunità di farsi apprezzare da nuovi clienti, sempre naturalmente rispettando alcune misure sanitarie straordinarie.

Dal momento che, con grande probabilità, i flussi di turisti provieneti dall’estero saranno poco movimentati, la stagione estiva sarà l’occasione per  farsi conoscere da nuovi flussi interni. Tante spiagge italiane, infatti, potranno beneficiare di un turismo che non avevano mai avuto, pertanto si tratta di una storica occasione per dimostrare la straordinaria qualità degli stabilimenti balneari, punta di diamante dell’offerta turistica nazionale imitata in tutto il mondo. E una volta che molti italiani riscopriranno le spiagge meravigliose che vantiamo nel Belpaese e la grande capacità che hanno i nostri balneari di coccolare i loro ospiti, potranno capire che non serve fare migliaia di chilometri in aereo, quando si può ottenere di meglio con poche ore di auto. Si tratterà di nuove fasce di ospiti che potrebbero non andarsene mai più, anche quando torneranno quelli più lontani.

Fonte: MondoBalneare.com