La mobilità sostenibile, nelle sue diverse forme, è uno dei temi del Summit G20s delle spiagge italiane inserendo il proprio evento all’interno della Settimana Europeo della Mobilità  che inizia  Lunedì 16 settembre. L’iniziativa, che  raccolgie tanti eventi in tutta Europa e Italia fino al 22 settembre, ha l’obiettivo di  sottolineare l’importanza fondamentale di adottare nuovi stili di vita che ci permettano, da un lato di diminuire l’impatto ambientale dei sistemi di mobilità, dall’altro di acquisire stili di vita sani.

 FOCUS SU PEDONI E CICLISTI

Il focus di quest’anno è sulla sicurezza di pedoni e ciclisti in città, e sulle ricadute positive per il nostro fisico dell’andare a piedi e in bicicletta. Gli effetti positivi di questi stili di vita peraltro non si fermano soltanto al fisico, dato che come abbiamo sottolineato in apertura anche l’ambiente ne beneficia, senza dimenticare i vantaggi per il nostro conto in banca (particolare di non poco conto).

Da un punto di vista prettamente turistico è dimostrato ormai da diversi anni come le città in grado di promuovere sistemi di mobilità sostenibile aumentino in maniera la loro attrattività turistica, per non parlare poi della miglior qualità della vita per cittadini e residenti.

Parlando in termini concreti diversi studi hanno dimostrato che i ciclisti vivono in media due anni in più rispetto a chi non utilizza mai la bicicletta, ed inoltre per i non ciclisti si registra un tasso di assenza sul lavoro per malattia superiore del 15% rispetto a chi invece va abitualmente in bicicletta.

 

LA MOBILITÀ SOSTENIBILE AL G20S

Anche il G20s delle Spiagge Italiane affronterà il tema della mobilità sostenibile in un incontro il 18 settembre e nei successivi tavoli tematici del 19 settembre.

Il panel, inserito all’interno degli eventi della Settimana Europea della Mobilità 2019, analizzerà come la gestione e lo sviluppo di un sistema di mobilità sostenibile diventino strumenti per innalzare l’attrattività per i turisti e la vivibilità per i residenti, garantendo inoltre un’immagine al turista di avanguardia nella gestione di temi globali.

Non va dimenticato infatti che quello della mobilità è un tema molto complesso per le località turistiche, così come quello della gestione dei rifiuti, dato che parliamo di località sottoposte ad un enorme stress in periodi limitati dell’anno in termini di presenze.

Per quanto riguarda il G20s ad esempio si parla di 26 cittadine che accolgono ogni anno circa 70 milioni di turisti, con flussi enormi nel periodo estivo che non possono essere paragonati a quelli presenti nel resto dell’anno.

Ecco perché diventa fondamentale per l’intera filiera attivare sistemi di mobilità sostenibile che permettano di ridurre al massimo l’impatto ambientale dei flussi turistici, ma che riescano anche a rendere più piacevole e sostenibile la vacanza per i turisti. Inoltre sistemi innovativi e sostenibili di mobilità hanno anche importanti ricadute positive sulla popolazione cittadina che ne può usufruire per tutta la durata dell’anno.

 Le proposte del G20s, figlie di best practice e di esperienze dirette dei comuni del G20s, quest’anno andranno verso una micromobilità elettrica e ciclopedonale diffusa che permettano di far fare un salto di qualità all’esperienza turistica e, contemporaneamente, di migliorare la  qualità della vita del residenti.

Appuntamento dunque a Castiglione della Pescaia dal 18 al 20 settembre per la seconda edizione del G20s delle Spiagge Italiane.